venerdì 26 aprile 2013

Brave new world

Il tempo fa schifo. Anche sulla Cote dorata,che tanto dorata non è più, piove da circa sei mesi, praticamente senza interruzione. Piove,governo ladro. E sì,perchè anche in Gallia i ministri nascondono i conti nei paradisi fiscali,solo che quando li beccano,almeno danno le dimissioni.
C'è poco da ridere: pure qua i negozi chiudono, ci sono notizie molto poco rassicuranti sul (meraviglioso) welfare francese, forse uno dei più garantisti d'Europa:  in ogni caso, anche se decideranno di sforbiciare aiuti pubblici, saremo sempre anni luce lontano dalla terrificante situazione italiana, ci sarà ancora la possibilità di non morire di fame sotto un ponte come degli animali, a differenza di ciò che succede in patria.



Secondo me siamo davvero di fronte ad un epocale cambio di paradigma economico: lavorativamente parlando, le piccole e medie imprese sono destinate a estinguersi come vestigia di un tempo ormai obsoleto; sopravviveranno solo i colossi o le piccolissime ed agili aziende composte da un superprofessionista che possa garantire competenza e soprattutto servizio.

 In poche parole,bella gente,si torna all'antico, quando la sarta, il ciabattino, l'idraulico,l'elettricista sapevano fare il loro lavoro meravigliosamente e risolvevano qualunque necessità,dato che le cose non si buttavano, ma si riparavano e basta,fino a morte definitiva ed irrevocabile dell'oggetto in questione. Dato che i soldi nel prossimissimo futuro non correranno più a fiumi come prima,se non in alte sfere, abituiamoci pure a correre come delle lepri, a rendere creativo, modificabile e continuamente aggiornabile il nostro know-how,diventiamo pure dei maghi della comunicazione e dell'utilizzo delle nuove tecnologie.
Io sto cercando proprio di fare queste cose: imparare, allenarmi, inventare, vivere in un futuro prossimo completamente lontano dalle sicurezze nelle quali sono stata cresciuta, imparare una nuova mentalità lontanissima dal posto fisso,dal domicilio stabile, dall'immutabile e certo. Per quanto sia complicato per una extra over quarantenne fare un salto di paradigma del genere -mica c'erano i computer quand'ero ragazzina io, figuriamoci i tablet - accetto la sfida :se ci saranno novità, vi farò sapere ;-)

6 commenti:

  1. Hem...hem stiamo lavorando per te.... ! A parte gli scherzi, sono completamente d'accordo con l'unica differenza che quì in Puglia/Sardegna è sempre bel tempo !!!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. ahahahah! stiamo lavorando per noi ;-)
      Non credi anche tu che lavorare per creare una rete sia l'unica evoluzione possibile?

      Elimina
  2. Elena tutto quello che faccio e imparo e su cui investo daalmeno 5 anni è proprio finalizzato a questo.Anche il blog è nato come esperimento per ampliare conoscenze e scambi virtuosi perchè mi sa, se non sei nato sotto ad una buona stella, ci sarà da ridere/piangere nei prossimi anni. Per dire, io sto pensando ad una comune per la terza età: tanti monolocali e un grande spazio comune e servizi condivisi anche in luoghi ameni...Insomma, sfondi una porta aperta!Pattylafiacca

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Anch'io ho in mente una roba simile,dedicata pero'alle donne sole.casomai mettiamo insieme i due progetti :-)

      Elimina
  3. Io trovo stimolante dover studiare e tenere in allenamento il nostro cervello con idee nuove. Tra l'altro mi prenoto uno spazio nella comune di Patty purché accetti i miei gatti :)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Anch'io,ed e'quello che faccio in continuazione.A volte pero' mi piacerebbe concedermi il lusso di essere stupida e ignorante ;-)
      O ricca sfondata :-D

      Elimina