venerdì 27 aprile 2012

Quel pomeriggio di un giorno da cani

Allora...rieccomi!
E' stato lungo,difficile,complicato, ma alla fine sono riuscita ad ottenere sta famosa linea ADSL a casa; adesso che sono illimitatamente collegata al mondo, posso farvi arrivare i miei pensieri da quaggiù.
I miei due lettori sanno che mi sono trasferita - o meglio, sono emigrata - in Costa Azzurra,
 a loro e a tutti quelli che hanno tempo da perdere leggendomi  faccio arrivare le parole che ho scritto mentre aspettavo di condividerle con qualcuno.
Qui sotto trovate le mie impressioni, due giorni dopo l'arrivo.

Cominciamo ricordando che se c'è una roba che detesto fare è guidare. 
Il mio cervello si è sintonizzato sul “camminare-mode-on” dopo anni di guida frenetica, e ora, a causa di qualcosa che ha seriamente a che fare col mio vissuto psicologico, quando prendo l'auto è come se avessi preso la patente da tre giorni. Quindi capirai che goduria caricare la Clarabella abbattendo i sedili posteriori,trasportare un sacco di roba (poca,in verità,considerando la capienza,ma tutto è relativo),i pelosi,la mamma che ha lo specifico compito di chiacchierare distraendomi per soli trecentocinquanta chilometri. Mio padre mi precede con l'auto “ammiraglia” piena all'inverosimile e via,verso l'ignoto. Mai fatto un viaggio così lungo prima, tensione a mille,mani umidicce, panic on the motorway, crampetto tensivo sotto il piede dell'acceleratore. 

giovedì 26 aprile 2012

Finalement...

YESSSSSSSSS finalmente,siori e siore,sono in grado di vagare liberamente per il web.
Oh che bella sensazione....