venerdì 21 dicembre 2012

Buon Natale!

Accidenti, mi sono dimenticata che il mondo finiva stanotte, e così non ho approfittato del momento come ottimo alibi per stra-fare,perdere un po' la testa,lasciarmi andare a qualche vizio.
Insomma, a dispetto del mio cognome, sono una donna orribilmente banale,pragmatica,alquanto controllata, e poco incline alla baldoria distruttiva. 

Pazienza, prendetemi così.
Ho intenzione di passare le feste di Natale con i miei due vecchietti, i pelosi e una copertina, utilizzando il comodissimo alibi della cucina  troppo piccola per evitare di cucinare robe complesse, ed approfittare del lungomare più famoso d'Europa per fare una bella passeggiata "geriatrica" ma rigenerante.

Dopodichè da domani entro in pausa digitale. Il computer di casa è momentaneamente in manutenzione, e fino a dopo Capodanno non sarò molto online. Devo resettare un po' anche il mio cervellino, che puntualmente, ogni quattro mesi ,incomincia a dare segni di stanchezza.

Ne approfitto adesso, quindi,per augurarvi le feste più strepitose che abbiate mai vissuto.... goderecce, sportive, intellettuali,riposanti,spirituali, notturne, fate voi, purchè,mi permetto di aggiungere,consapevoli.

Passatevela bene!!


martedì 11 dicembre 2012

C'est parti

Altre feste natalizie in avvicinamento. La prima differenza è che qui non si festeggia l'8 Dicembre, festività che invece da noi è considerata un po' il blocco di partenza per il delirio generalizzato,e nemmeno Santo Stefano, che quindi sarebbe lavorativo - ma noi italiani all'estero non siamo psicologicamente programmati per una simile evenienza, e quindi ce ne stiamo a casa comunque.

La seconda - grossa- diversità è che quaggiù la maggior parte dei negozi propongono promozioni prenatalizie con sconti fino al 50%; eventualità che da noi,  a meno che nel frattempo lo spread non ci abbia costretto a cambiare drasticamente abitudini, non si verifica nemmeno mettendo una pistola alla tempia del commerciante il quale, dopo aver tirato una cinghia inimmaginabile durante tutto l'anno,proprio non ce la fa a non approfittare dell'unico momento in cui finalmente tutti diventiamo un po' più gonzi.
Io, comunque, continuo ad essere fedele ai cari,vecchi "saldi di gennaio",nel remotissimo caso in cui volessi comprarmi qualcosa  - così, nel dubbio che i saldi prenatalizi siano applicati a un prezzo che viene gonfiato come un tacchino,appunto,natalizio.