mercoledì 29 gennaio 2014

Una barca nel prato

Parlo, ma non esprimo.
Faccio le facce, ma non passa il significato.
Alle mie domande, ben che vada, mi si risponde qualcosa che non intendevo.
Le mie risposte, dovrebbero essere altre.
Benvenuti nel Paese della Totale Incomunicabilità. 
Almeno al lavoro.
Meglio precisare: alla ricerca del Lavoro Perduto.
Sono un venditore, di provenienza Italica, quindi leggermente sospetta, che partecipa a svariati colloqui: cos'è tutto questo sorridere, gesticolare (ricordo che sono nata in Sabaudia,quindi capirai), raccontare con dovizia di particolari, per di più ridendo, o con ironia, cos'è tutta 'sta caciara, insomma?? Che poi, per carità, les italiens, j'adore...sissì, ma intanto mi guardate come se avessi dimenticato la camicia di forza a casa, avessi bevuto una Red Bull di troppo, c'avessi delle MDMA in tasca.


Che tristezza, ragazzi! E godetevela un po', sant'iddio, che già facciamo un mestiere moribondo, che la ggente non c'ha più soldi, nemmeno qui,in questo paradiso del Disoccupato Italico dove il welfare è fortissimo, dove c'è un servizio specifico per gli sfigati come me chè la loro azienda fintamente cool ha chiuso per mancanza di sghei. 
E voi, nonostante vi sostengano psicologicamente, praticamente e pure, guarda un po',finanziariamente, riuscite lo stesso a fare la faccia lunga, a prendere quell'espressione un po' così, citando Lauzi che effettivamente stava di casa a meno di 200 chilometri. 
Se siete miei colleghi di sventura, perchè vi sentite come se vi avessero fatto uno sgarbo personale? Come, come si sono permessi,come hanno osato  licenziarvi?  
Se siete les recruteurs, perchè continuate a chiedermi se parlo francese e se ho il permesso di soggiorno? 
A regazzi', ti informo che sono nata in Continente, in uno degli Originari 12; che mi stai parlando in gallico,e se non te ne fossi accorto io ti sto rispondendo, e non per via telepatica.
Perchè non torno in Italia? Aspetta, ti faccio un disegno.

Guardate,facciamo così: vado di là, prendo il mandolino e vi preparo una pizza comme il faut, non quel frisbee ipercondito con peso specifico pari al piombo che conoscete voi, e poi ricominciamo da capo, conun bel sorriso per ciascuno e un  grazie per essere qui, e non lì, a pochissima strada dal confine.

2 commenti:

  1. Risposte
    1. Più che antipatici, direi rigidi. Terribilmente poco creativi e senza dubbio molto cartesiani,troppo per i miei gusti. Devo solo capire come funzionano, e alé, "fatta la legge, gabbato lo santo" ;-)

      Elimina